La storia del Coerver Coaching

La Storia ha inizio negli anni ‘70, quando il grande allenatore olandese, Wiel Coerver, puntò a migliorare le abilità individuali dei calciatori e a favorire la crescita di giocatori che fossero più efficaci nella fase offensiva, creando un nuovo modo di insegnare la pratica del calcio, il metodo Coerver Coaching.
Questo modello parte dall’analisi dei video dei grandi giocatori e arriva alla conclusione che molte delle loro abilità nell’“uno contro uno” e nel controllo di palla possano essere sezionate trasmesse ed insegnate. Dallo studio di alcuni movimenti dei grandi giocatori, Wiel Coerver e il suo presidente concepirono centinaia di esercizi individuali e di gruppo nonché specifici giochi che formarono le basi dei prodotti e degli eventi del Coerver Coaching.

Nel 1985 Alfred Galustian e Charlie Cooke aderirono al metodo Coerver Coaching trasformandolo in una rete globale. Da quel momento il Coerver Coaching si diffuse sempre più con i suoi prodotti e i suoi programmi in Asia, negli Stati Uniti, in Europa, Australia e Africa diventando uno dei più apprezzati programmi d’insegnamento per federazioni nazionali, club professionistici, star del calcio ed allenatori con un ineguagliabile elenco di specializzazioni.
Tutto questo portò alla NEW ERA: lo stadio successivo dello sviluppo di questo metodo, basato sulla premessa che le performance della squadra dipendono assolutamente dalle capacità e dalle performance dei singoli giocatori. Il coerver coaching entrò nelle scuole, nelle società sportive e i prodotti educativi migliorarono i giovani giocatori ed anche i loro insegnanti e allenatori. Il metodo è stato approvato da molti famosi giocatori e allenatori a livello internazionale, compresi Franz Beckenbauer e Karl Heinz Rummennigge della Germania dell’Ovest, Peter Beardsley di Liverpool, Newcastle e Inghilterra, Gordon Strachan del Leeds United e della Scozia, John Collins del Celtic e della Scozia, Roberto Rivelino del Brasile, Alex Ferguson del Manchester United, Liam Brady dell’Inter e dell’Irlanda e Anson Dorance, allenatore della nazionale femminile che nel 1991 vinse la Coppa del Mondo.